Che bel Bologna

Bologna FC, Sport

Ieri sera allo Stadio Dall’Ara abbiamo visto forse la migliore prestazione dell’anno del Bologna. Dopo un primo tempo pressoché anonimo dove il Napoli, meritatamente, passa in vantaggio dopo pochi minuti con il goal di Manolas, nel secondo tempo i rossoblù hanno nettamente dominato la partita. Tre reti abbiamo segnato rispettivamente di Mbaye, Palacio e Barrow. Le prime due annullate per fuori gioco, anche se, il goal del Trenza di irregolare ha proprio uno sputo. Un plauso a tutti i giocatori ma, indiscutibilmente, chi ha spiccato nel campo è molto chiaro ed evidente. Un monumentale Soriano che ormai fa coppia fissa con Musa Barrow, l’altra stella nascente di questa squadra. Il grande Rodrigo Palacio che ha speso tutte le sue energie per tutta la gara facendoci, come sempre, dimenticare la sua età anagrafica. Poi ancora Dominguez che cresce sempre di più in fase di interdizione e con delle pennellate lancia degli assists perfetti. Bella prestazione di Mbaye, nonostante il suo scendere in campo non abbia continuità, ha dimostrato grande concentrazione e anche realizzazione finale. E così anche il giapponese Tomiyasu che dimostra sempre grande personalità e carisma, nonostante la sbavatura del goal subito, andando in profondità oltre la linea mediana. La nota dolente rimane, ancora, Skov Olsen. Dopo i primi minuti che ci avevano fatto ben sperare, il ragazzo torna ad essere poco incisivo fino al cambio con Orsolini.

Questo Bologna ci piace e, a dirla tutta, il pareggio ci sta molto stretto. Questo è l’atteggiamento mentale giusto che, senza ombra di dubbio, ci avrebbe portato molto vicino all’Europa. Non importa, l’importante è giocare così, sempre.