Le parole di Riccardo Orsolini

Bologna FC, Sport

Dopo Sabatini e Mihajlovic è il turno di Riccardo Orsolini.
Pungolato giustamente più volte da Mihajlovic nelle scorse settimane Orso spiega il momento no del Bologna attraverso un’intervista al Corriere dello Sport.

Reduce dalla pesante sconfitta di Firenze, Orsolini non cerca alibi, ma fa un’analisi della situazione attuale che vede i suoi compagni scarichi e senza mordente: “Cosa sia successo non lo so, abbiamo provato a darci qualche spiegazione ma forse non siamo riusciti ad andare fino in fondo”, spiega. “Il calo fisico è stato avvertito troppo e forse i giocatori più muscolari sono stati maggiormente colpiti a discapito di quelli più elastici come Barrow o Palacio: è stato uno scenario insolito”.

Orsolini prosegue l’intervista mettendo l’accento su se stesso, il compagno Sansone e l’allenatore Sinisa Mihajlovic: “Sono onesto, ho bisogno di ricaricare le pile. Devo rimettermi a posto fisicamente e mentalmente e sono sorpreso di essere arrivato al finale di stagione così scarico. Devo spegnere e riaccendere, passare qualche giorno in tranquillità con la famiglia. Io e Sansone? Entrambi in crisi, Nicola ha stoffa e la sosta forzata ha colpito anche lui. Non eravamo fenomeni prima e non siamo scarsi adesso. Mihajlovic? Il suo silenzio è stato assordante e ha fatto più rumore di certi rimproveri. Prima del match con il Toro sentiremo cosa avrà da dirci. Volevamo chiudere con una vittoria in trasferta, è andata male ma il Bologna c’è e continuerà ad esserci”, conclude.