Storie anonime

Giornalismo Sociale

Sono morti in 45.
Ingoiati dal Mediterraneo.
Tra loro anche 5 bambini.

I 37 sopravvissuti raccontano che il motore è esploso.

Alcuni hanno denunciato che una milizia libica ha sparato su di loro causando l’incidente.

Provenivano dal Senegal, Mali, Chad, Ghana.
Fuggivano da violazioni e deprivazioni, cercavano una vita migliore.

Costretti ad affidarsi ai trafficanti, a prendere il mare, a morire pur di salvarsi la vita.

In un mondo normale dovrebbe essere la notizia di apertura di tutti i Telegiornali.

Invece non ne parla nessuno.

Ieri invece le autorità spagnole hanno trovato un’imbarcazione alla deriva al largo delle Canarie, con a bordo 10 cadaveri di migranti.

Sempre ieri il cadavere di un ragazzino sudanese di 16 anni è stato ritrovato su una spiaggia francese.

Cercava di raggiungere l’Inghilterra ma è morto nel tentativo di attraversare la Manica a bordo di un gommone che è naufragato.

Voltare la faccia, fare finta che certi orrori non accadano, ci renderà solo più colpevoli il giorno in cui qualcuno farà finalmente i conti.