LazioBfc,conferenza pre-partita di Sinisa Mihajlovic: ci vuole ancora più coraggio

Bologna FC, Sport

Sinisa Mihajlovic spazza via ogni dubbio sollevato,in questi giorni, dopo la sconfitta in casa contro il Sassuolo e ribadisce che ,anziché avere più prudenza e meno coraggio, ci vuole ancora più coraggio.
Non si cambia nessun modulo.

“Se pensate che cambi qualcosa non mi conoscete abbastanza. I goal li abbiamo presi sempre per errori individuali e sempre in superiorità numerica, non è che siamo andati tutti in avanti. Ci sono momenti in cui si soffre e bisogna avere ancora più coraggio. Come ho detto anche l’altra volta più coraggio hai e meno paura hai, più paura hai e meno coraggio hai”.
L’atteggiamento mentale giusto richiede tempo.

“Per trasmettere questo coraggio e dare continuità ci vuole tempo, considerando che sono ragazzi giovani ma la strada è quella giusta. Le ultime due partite avremmo meritato almeno 4 punti. Sarei più preoccupato se avessimo giocato due partite di merda. Le prestazioni ci sono sempre ed abbiamo raccolto sempre meno rispetto al nostro gioco in campo. Io sono sereno come anche i miei giocatori”.
De Silvestri torna in campo.

“Penso proprio che giocherà, per fortuna la distorsione è nel piede che lui non usa, quindi si penso proprio che non ci siano problemi”.
Barrow non è ancora quello dell’anno scorso

“Barrow non è ancora nella forma fisica dell’anno scorso, come del resto anche Orsolini.
Difesa contro gli attaccanti esterni della Lazio.

“Noi giochiamo bene dobbiamo solo stare un po’ più stretti con gli attaccanti esterni ma questo è un problema più mentale. Dobbiamo essere più lucidi per gestire meglio la situazione”.
Skorupsky è migliorato poi si può sbagliare

“Io non sono uno di quegli allenatori che dice di giocare per forza da dietro. Lo deve valutare lui, poi sicuramente ci sono portieri che giocano meglio con i piedi. Lui però è migliorato dall’anno scorso poi sbagliamo tutti. L’importante è avere coraggio”.
Problema gestione dei 5 cambi

“Le squadre più attrezzate sono più avvantaggiate e quando cambiano riescono a mantenere la stessa qualità di gioco. Noi, fra l’altro abbiamo parecchi titolari fuori ed i cambi non danno sempre il risultato sperato”.
Hickey e la sua scuola guida all’Olimpico

“Il ragazzo mi piace, ha le palle. Preferisco che sbagli uno di 18 anni che uno di 30. Se analizziamo il goal con il Benevento è stato sfortunato, La Padula è un giocatore molto fastidioso. Nella marcatura ad uomo con Berardi del Sassuolo ha sempre fatto bene.Lui marcherà Immobile. È difficile avere 4-5 saltatori e comunque noi, sui calci d’angolo, non abbiano mai sofferto molto, a parte quella svirgolata di Palacio”.
La notte porta consiglio

“Tutti hanno la possibilità di giocare da subito, vedremo l’ultimo allenamento poi la notte porta consiglio e io dormo con tre cuscini”.

Inviato da Libero Mail per iOS