Il Bologna vicino alla svolta?

Bologna FC, Sport

Il Bologna porta a casa una vittoria importante al Marassi di Genova, nonostante alcune tensioni e un bel po’ di nervosismo anche fra le panchine ( ammonizione di Sinisa Mihajlovic ed espulsione di Ranieri). Giocatori più concentrati, più concreti e che, nonostante il goal subito come da copione, concedono meno agli avversari. Il ritorno di Medel e Poli si è indubbiamente fatto sentire tra le linee più giovani e anche questo fattore non è meno importante di altri. Ciò non toglie e va meritatamente sottolineato che, domenica in campo, abbiamo visto giovani già titolari per la loro personalità e tecnica. Dominguez, Hickey, Schouten e Svanberg sono diventate quattro pedine fondamentali. Se consideriamo che a loro si aggiungono Medel, Poli e Dijks( per quest’ultimo ancora i tempi di recupero sono incerti), La Rosa da cui attingere comincia ad essere ampia.

Siamo nella parte alta e vicino alla prima parte della classifica. Una settimana importante questa segnata, fra l’altro, dalla gara di Coppa Italia con la Spezia che,

in questo caso, potrebbe diventare un trampolino di lancio ed una conferma di ciò che si è visto in campo con la Sampdoria.

Il Bologna è una squadra che non da’ punti di riferimento, gioca sull’ampiezza e sugli spazi, con Barrow, Soriano, Palacio ed Orsolini che si inseriscono laddove c’è più bisogno. Questo è sicuramente un altro punto di forza che, aggiunto, alle capacità individuali dei singoli, chissà che non porti alla svolta tanto attesa. I tempi, forse, sono maturi per questa squadra così giovane e capitanata alla grande dai senatori che hanno pero’, anche loro, ancora molto da esprimere con la palla al piede.

Ci attendono due partite fondamentali, al Dall’Ara, quella di Coppa Italia e domenica con il Crotone e vedremo se veramente tutti i tasselli cominciano a combaciare.