Le parole di Sinisa Mihajlovic alla vigilia di Bologna Roma: “ Non è il modulo che ci fa vincere o perdere”

Bologna FC, Sport

Il momento di Vignato: “Vignato giocherà dall’inizio. Anche perché non ci sono molte alternative o gioca Vignato o i ragazzi della Primavera. Sansone non è ancora in forma. Comunque Vignato si sta allenando bene e domani giocherà dall’inizio.
Skov Olsen fuori dai giochi: “Skov Olsen ieri si è fatto di nuovo male quindi non si sa quando tornerà a giocare. Penso uno stiramento comunque dovrà fare degli esami. Non è nemmeno convocato per domani.
Facile parlare dopo le partite: “ È facile parlare dopo le partite prendiamo goal allora meglio la difesa a 3, poi prendiamo goal anche così allora forse è meglio il modulo 4 2 3 1. Io l’ho spiegato anche ai giocatori, la partita con l’Inter è stata anche colpa mia. Non potevo lasciare 50 metri di spazio a Martinez e Lukaku con Tomiyasu e Danilo perché sono più forti fisicamente, allora ho preferito mettere un difensore in più. Ma anche perché se cominciavo con il solito modulo non avevo cambi durante la partita. Sicuramente noi potevamo fare meglio come aggressività, non eravamo né carne né pesce, non attaccavamo e non difendevamo. È stata colpa mia, magari hanno pensato che si andava a Milano per difendersi e per cercare di non perdere. Ho chiesto anche scusa ai giocatori e visto che dalle cose negative bisogna sempre imparare ho capito che noi non possiamo giocare con quel modulo. Lo so che sono 40 partite che prendiamo goal ma se io imposto la partita per difenderci e non prendere goal, il il goal lo prendo. Quindi io devo pensare a fare un goal più dell’avversario. Quindi con l’Inter è andata così un po’ perché loro hanno degli attaccanti molto forti, un po’ perché noi non avevamo cambi, abbiamo cercato di fare il meglio possibile ma non c’è un modulo che ti fa vincere o perdere.
La formazione top secret: “ Certo che ho già deciso fra Da Costa e Ravaglia ma non ve lo dico. Chiedete a Fonseca se vi dice che giocatori metterà in campo. Per voi la cosa più importante è sapere la formazione.
Covid fra lo staff cosa succede?: “Non cambia niente, noi lavoriamo come abbiamo sempre fatto. Noi finora siamo stati fortunati perché non abbiamo avuto giocatori positivi però capiterà anche a noi e questo mi preoccupa perché è dall’inizio del campionato che siamo senza 6,7 giocatori per infortuni. Speriamo ma non sono molto ottimista.
Le parole del Presidente Joey Saputo:”Io non spero ne più ne meno degli ultimi due anni. Ho letto l’intervista del Presidente e sono pienamente d’accordo a meta’ perché è vero che il nostro obiettivo era quello di migliorare i 52 punti ma è anche vero che il nostro obiettivo era quello di puntare ad un posto in Europa. Purtroppo con quello che è successo per il Covid si è capito che gli investimenti non si possono fare allora abbiamo deciso di fare la squadra più giovane d’Italia e abbiamo preso i giovani per i ruoli che ci mancavano. Hickey per esempio ha dovuto giocare da subito e devo dire che all’inizio ha fatto bene poi, come è normale che sia per un ragazzo di 18 anni , si è un po’ perso. Abbiamo preso Vignato che secondo me era uno dei giocatori migliori della serie B e adesso sta crescendo. Abbiamo preso De Silvestri perché mi serviva per spostare Tomyiasu centrale e lui lo conosco bene e so quello che mi può dare dal punto di vista professionale ma anche umano. Abbiamo venduto Bani che è stato il miglior difensore dell’anno scorso e abbiamo cercato di prendere una punta ma non ci siamo riusciti. Sono d’accordo con il Presidente che dobbiamo prendere dei giocatori che sono funzionali al nostro modo di giocare. Per quanto riguarda i 52 punti io andrei per gradi. Io sono realista. Questo è un campionato strano senza pubblico e prima non c’era stata una vera preparazione.